CONTRATTO DI SERVIZIO AMA, RIBERA: PIÙ CONTROLLI E CONFRONTO CON MUNICIPI

Nell’ambito della seduta di Consiglio del Municipio Roma XV, tenutasi questo pomeriggio, si è discusso della delibera relativa al nuovo contratto di servizio tra Roma Capitale e Ama S.p.A. per la gestione dei rifiuti urbani e i servizi di igiene urbana.

Il nuovo contratto, che riguarda la prestazione dei servizi in house, come raccolta, trasporto e conferimento dei rifiuti, prevede alcune novità che riguardano l’erogazione del servizio per i cittadini, stabilite sulla base del criterio di potenzialità produttiva dei rifiuti, determinato dalle caratteristiche specifiche di ogni territorio: estensione, densità di popolazione, presenza di alberate stradali e di attività commerciali e pubbliche.

Per quanto riguarda i servizi extra Tari, vale a dire fuori dal contratto di servizio, come ad esempio derattizzazioni, disinfestazioni o bonifiche, tali prestazioni dovranno essere oggetto di apposite procedure di affidamento da parte del Municipio o del Dipartimento Tutela Ambientale.

“Il Consiglio del Municipio XV ha espresso un parere favorevole sul nuovo contratto di servizio. – dichiara Marcello Ribera, Presidente della Commissione Ambiente del Municipio Roma XV – Riteniamo positivo l’inserimento all’interno del contratto di servizio di tutte le nuove strade prese in consegna di recente dai Municipi, tuttavia consideriamo insufficiente l’aspetto relativo ai controlli e alla comunicazione: abbiamo infatti presentato alcune importanti osservazioni, nelle quali chiediamo di aumentare la presenza e il numero degli agenti accertatori e incrementare la loro funzione di controllo, istituire un Ufficio Ama in Municipio e implementare il confronto e la comunicazione tra ente municipale e azienda sulla programmazione delle attività sul territorio.”